Sconfitta del Sant’Elia già in archivio. Dopo il Cagliari ecco arrivare al Provinciale di Erice il Vicenza di Pasquale Marino per il turno infrasettimanale del campionato di Serie B. Sarà una sfida insidiosa contro una squadra che sa e vuole giocare a calcio. I granata vivono un momento di difficoltà legato ai tanti problemi fisici accusati da alcuni dei calciatori più importanti dell’intera rosa soprattutto a livello di personalità in campo. In casa bisogna riprendere la marcia che fino a due giornate fa proiettava i siciliani ai quartieri altissimi della graduatoria, raggiungendo la vittoria con qualunque mezzo, giocando col coltello tra i denti. Il tecnico Titta Mustazza commenta per Sicilia Journal le vicende granata:

“Al San’Elia non ho trovato un Cagliari stratosferico. Il risultato maturato nello scorso turno (4-1) potrebbe indurre in inganno. Sinceramente ho visto nella prima metà del primo tempo un bel Trapani, capace di giocare con personalità senza rischiare niente. Sono stati gli episodi a decidere la partita a sfavore dei granata, ma anche qualche errore di troppo dei singoli e delle decisioni arbitrali discutibili che tutti hanno potuto verificare tramite la moviola, successivamente. Dispiace per l’errore di Scognamiglio che in quest’avvio è sempre stato tra i top.

Vicenza? Una gara che definirei pericolosa. Conoscendo il loro allenatore sono sicuro che avranno studiato degli accorgimenti per mettere il Trapani in difficoltà. Credo comunque che al Provinciale qualsiasi squadra venga con la giusta dose di timore e rispetto per un avversario ostico. Sarà la gara del cuore, da giocare con grande intensità ma senza mai eccedere nella foga. Bisognerà fare attenzione alle diffide di Scozzarella, Ciaramitaro, Scognamiglio e Barillà che pesano moltissimo, anche se quest’ultimo sarà assente per un po’.

Non credo che giocare in infrasettimanale sia positivo per i ragazzi di Cosmi. Sarebbe stato molto meglio per loro ricaricare le energie, studiare meglio la partita e soprattutto recuperare qualche calciatore acciaccato. Stasera torna Perticone e già questo è un rientro decisivo. Vediamo come procede il recupero di Fazio, prossimo al rientro definitivo. Mentre per Nadarevic e Sodinha, oltre che per Torregrossa, evidentemente ci sarà ancora da aspettare.

Credo possa essere davvero il momento di vedere finalmente Basso titolare in posizione di interno. Mi aspetto che scenda in campo, è un calciatore importante. In attacco dovrebbe esserci sicuramente Citro che probabilmente sarà assistito da Montalto.

La gara potrebbe essere decisa dalla tecnica di Citro o di Coronado, ma anche dalle soluzioni su calcio piazzato in cui Perticone e Scognamiglio sanno fare la differenza.

Chiudo con un appello alla tifoseria:  siate sempre vicini alla squadra, alla società e ai calciatori. Bisogna capire che il calendario ci ha fatto un brutto scherzo e che gli infortuni hanno aggravato non di poco la situazione. Remando tutti insieme dalla stessa parte ripartire sarà più semplice, già da questa sera”.

 

Scrivi