TRAPANI – Granata in ripresa. L’arrivo sulla panchina trapanese di Serse Cosmi ha riportato entusiasmo e soprattutto punti fondamentali per uno sprint deciso verso la salvezza. Con grinta e carattere l’obiettivo immediato è quello di tornare a far punti in trasferta, già dalla prossima gara contro il Brescia. Il rendimento esterno infatti è una pecca che il Trapani dall’inizio di questa stagione si trascina dietro.

Un giocatore che ha beneficiato sicuramente dal cambio in panchina è Enrico Zampa, adoperato dal mister perugino nel suo centrocampo a 3. Pochi gettoni per il giovanissimo talento scuola Lazio, scommessa su cui il Trapani ha deciso di puntare forte. Proprio lui è il protagonista della conferenza stampa di questo inizio di settimana. Temi caldi il pari contro il Bologna e la sfida al Brescia, oltre ai personali risultati sportivi.

“La nuova posizione di vertice basso nel centrocampo a 3 di Cosmi mi piace. In questi mesi credo di essere migliorato molto e penso di potere svolgere al meglio le mansioni assegnate dal mister.

Credo che più di ogni altra cosa che ci sia stata una scossa a livello mentale, e poi, con gli accorgimenti giusti, abbiamo ripreso in mano la situazione. Mancano ancora 10 finali al termine della stagione, l’obiettivo è ovviamente quello di salvarci, ma credo che da qui alla fine ci siano i margini per far vedere del bel calcio da parte nostra.

Contro il Bologna abbiamo fatto molto bene, potevamo vincere. Ma è anche vero che a volte queste partite particolari possono essere perse. Sono forse due punti persi, ma dobbiamo ripartire dall’ottima prestazione che abbiamo offerto.

La gara contro il Brescia è molto importante. Loro non vivono un momento felice, dovranno dare il massimo. Da parte nostra sappiamo i limiti che abbiamo avuto quest’anno in trasferta. Dobbiamo cercare di scendere in campo con l’atteggiamento giusto.

Inizialmente non ho avuto molto spazio, però questa è la mia prima esperienza in Serie B e ci poteva stare. Ho imparato moltissimo dai veterani e ne sono felice. Prima di pensare ai miei obiettivi personali, credo che sia importante pensare alla squadra”.

Scrivi