Carmelinda Comandatore

 

CATANIA – Partire per le più belle destinazioni a prezzi bassissimi. È questa l’idea rivoluzionaria che sta alla base di Tripoow, l’app realizzata da un team catanese, disponibile gratuitamente per i clienti che utilizzano Android.

Quante volte vi è capitato di passare in rassegna le varie mete desiderate cercando di far coincidere la convenienza con le date disponibili? O ancora, di inseguire le classiche offerte “a partire da”, salvo poi scoprire che il prezzo finale era tre volte tanto quello proposto? Grazie all’intuizione di Salvatore Ambrosino e Sergio Serafini, co-founder di Tripoow, potete finalmente mettervi comodi e lasciare che sia l’app a fare il ‘lavoro sporco’ al posto vostro, cercando i voli aerei più convenienti nel periodo migliore e più economico.

Tripoow è l’app ‘made in Sicily’, che Vito Mammana e Guglielmo Seminara, anima informatica del progetto, hanno contribuito a rendere unica nel panorama nazionale ed internazionale. Rispetto ai competitor, che rendono necessaria la continua interazione dell’utente, obbligato a specificare di volta in volta data e destinazione, questa applicazione richiede al cliente di indicare solo il budget che si è prefissato di spendere. A quel punto sarà Tripoow a proporre tutte le destinazioni disponibili ai prezzi più convenienti. Un’idea che nasce già proiettata all’estero, con l’inclusione sia dell’italiano che l’inglese, a seconda della lingua impostata sullo smartphone. Più in là si prevede di poter inserire le principali lingue europee e solo successivamente ci si spingerà verso l’est.Acquisizione a schermo intero 25012016 191616.bmp

“È un servizio assolutamente gratuito” – spiega Gabriella Massara, Social Media Manager del gruppo – “pubblicato sullo store Google Play di Android”, che permette, una volta scelto il volo, di essere reindirizzato al sito della compagnia aerea, rimanendo sempre liberi di poter decidere se procedere o meno alla prenotazione. Se usate IPhone o Windows Phone, non disperate ! Il team, che si avvale anche del contributo di Marco Aiello (UI deisigner), è già al lavoro per lanciare sul mercato la versione che fa al caso vostro.

Per il team di Tripoow ciò pensa il cliente è fondamentale. Lo sa bene Irene Ranieri, che si occupa dell’importante compito di progettare e monitorare la User Experience, cioè l’interazione che gli utenti hanno all’interno dell’app. Nonostante la portata rivoluzionaria del progetto, nato dalla collaborazione di due start up, Giftsitter e Beepry, il gruppo si ritiene ancora all’inizio del proprio percorso. Il passo successivo sarà, infatti, proporre la prenotazione dell’albergo, calcolando il miglior rapporto qualità/prezzo, sempre in base alle indicazioni dell’utente. Questo progetto, che adesso si propone agli investitori, che potranno accelerarne lo sviluppo, è la dimostrazione che l’amore per la propria terra dia il coraggio sia di affrontare le enormi difficoltà che esistono, dalla burocrazia alla ricerca delle giuste professionalità, vista la continua fuga delle migliori intelligenze, che la voglia di affrontare la sfida per antonomasia, ovvero creare occupazione sul territorio.

“Non ci sentiamo eroi, siamo semplicemente ragazzi che hanno fatto una scelta diversa e vogliono rappresentare una storia di successo”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi