AVELLINO – Il Trapani ce l’ha fatta! Arrivato ad Avellino il pass per la terza stagione consecutiva dei granata tra i cadetti. L’1-1 finale soddisfa tanto gli irpini quanto i siciliani, visto che entrambe le squadre alla fine hanno raggiunto i rispettivi traguardi: i biancoverdi disputeranno i playoff, i granata sono matematicamente salvi, avendo raggiunto la fatidica quota di 50 punti. Una vittoria per la società, che ha riposto nelle mani di Cosmi un giocattolo che rischiava di andare in pezzi dopo l’esonero di mister Boscaglia.

Al Partenio, in scena un Trapani grintoso e atleticamente ben messo, a conferma delle ottime impressione del precedente incontro disputato contro il Modena. Assente dell’ultimo minuto il portierino Gomis, infortunatosi poco prima del match.

La pressione del pubblico conta e non poco. Il Trapani riesce ad acciuffare l’Avellino, passato in vantaggio al 54′ con Sbaffo a conclusione di un’azione dubbia (presunto fallo in attacco dello stesso attaccante) soltanto a pochi istanti dal termine, al 95′, con il giovane Caldara. Missione compiuta. Adesso per il Trapani è il momento di pensare al futuro. Cosmi dovrebbe restare in panchina, sarà lui il punto di partenza su cui costruire il Trapani che sarà.

AVELLINO-TRAPANI 1-1 (54′ Sbaffo, 95′ Caldara)

AVELLINO: Frattali, Pisacane, Almici, Visconti (80′ Bittante), Ely, Arini, D’Angelo (74′ Kone), Sbaffo, Mokulu Tembe (88′ Comi), Castaldo, Zito. A disposizione: Gomis, Fabbro, Regoli, Vergara, Angeli, Trotta. All. Massimo Rastelli

TRAPANI: Marcone, Daì (87′ Malele), Pagliarulo, Caldara, Rizzato, Scozzarella, Ciaramitaro (75′ Citro), Barillà, Falco, Nadarevic, Curiale (62′ Basso). A disposizione: Ferrara, Perticone, Lo Bue, Feola, Aramu, Abate, Malele. All. Serse Cosmi

ARBITRO: Ivano Pezzuto di Lecce (De Troia-Gori)

NOTE – Ammoniti: Visconti (A), Marcone (T), Barillà (T), Daì (T), Zito (A)

 

Scrivi