Alla fine il trofeo viene consegnato al capitano della “Guardia di Finanza”, la squadra che nella finale si è aggiudicato il “Sant’Agata 2015” battendo per 2 a 1 la rappresentanza della “Polizia”. Alla fine comunque poco importa perché in questa manifestazione a vincere sono stati i tantissimi spettatori e i componenti delle otto squadre che si sono date battaglia sul manto verde in condizioni meteo spesso proibitive. Un momento di aggregazione e socializzazione per tutti con la promessa di dare vita, per l’anno prossimo, ad un torneo ancora più grande e che veda al centro di tutto come sempre la devozione per la Patrona di Catania. Una manifestazione di sport e amore per Agata ribadito anche durante un puntuale terzo tempo improntato sui fondamentali valori di rispetto verso l’avversario. Il consigliere comunale, Maurizio Mirenda, sulla manifestazione: “Voglio ringraziare tutti i team e sottolineare la vivacità e l’agonismo basato anche sulla lealtà e il divertimento. Concetti “sposati” anche dagli organizzatori della manifestazione Davide Iacuzza e l’ex calciatore Vladimir Caramel perché che si vinca o perda alla fine conta poco: la cosa fondamentale è lasciare il rettangolo di gioco stringendo la mano all’avversario”.

Scrivi