“L’estate che sta vivendo la gente che ama il Catania è indescrivibile”. Non riesce a non far emergere il forte rammarico, Turi Distefano, nel commentare le vicende ormai note che hanno investito il club rossazzurro dal 23 giugno e che continueranno a far discutere a lungo. Il ritiro è cominciato. Pancaro si prepara ad esordire in amichevole, mentre sul mercato si lavora per ridurre ancora i costi.

“Aspettiamo tutti con grande ansia il verdetto della Giustizia Sportiva. Io spero che la mano del Procuratore Palazzi non sarà pesante come temo nei confronti del club. Regna il caos attorno alla squadra. Mercato ovviamente fermo in attesa di conoscere la categoria in cui si giocherà, tifosi che pretendono un deciso cambio di mano in seno alla proprietà. Ed è qui che secondo me si gioca la partita più importante di tutte. Il tempo di Pulvirenti a Catania credo sia assolutamente concluso. La gente non vuole che il nome dell’ex presidente venga associato neanche alla proprietà. Il forte amore del tifo catanese si scontrerà con l’orgoglio ferito da un tradimento imperdonabile e c’è la possibilità che il Catania l’anno prossimo giochi davanti agli spalti vuoti. Attenzione: mancano ancora le sentenze, questo va detto, ma credo che le ammissioni contino non poco così come il patteggiamento. Non so cosa succederà, ma la sostanza è che l’attuale proprietà ha perso in credibilità, e non sarà dall’oggi al domani che questa verrà riconquistata. Se la proprietà dovesse rimanere ancora questa, allora Pulvirenti dovrebbe lavorare a testa bassa per qualche anno per riguadagnare almeno la presenza massiccia del tifo sugli spalti, di altro non parliamo. Le cordate che sarebbero interessate al Catania? Da quello che vedo, che leggo e che sento c’è molta confusione e poco di realmente concreto. Sembra esserci stato il contatto per far incontrare i rappresentanti del gruppo svizzero. Una cosa è certa: tutti noi speriamo che a Catania non arrivino avventurieri che hanno sentito profumo d’affari e poco più. A volte, con situazioni come quella attuale del nostro Catania, come avvoltoi arrivano imprenditori pronti a realizzare i propri interessi. Staremo a vedere, spero di non vedere altre pagliacciate perchè qui siamo stanchi di essere nell’occhio del ciclone per vicende poco dignitose. Sono contento che Baiocco si stia allenando con il Catania, è un elemento che può dare ancora tanto. Ha carattere da vendere, attaccamento alla maglia e una grinta che a molti giovanotti di oggi bisognerebbe insegnare ad avere. In tanti hanno già le valigie pronte ed è inevitabile che sia così. Via tutti quelli che hanno contratti importanti, può essere l’occasione per ripartire da uomini di campo pronti a sposare la causa di Catania, non del Catania, sarebbe troppo poco questo. L’augurio è che presto ci si possa concentrare sul campo e ricominciare a prendersi qualche soddisfazione. Ma prima di settembre mi aspetto qualcosa, qualche importante novità”.

Scrivi