Non c’è dubbio: i turisti preferiscono la Sicilia orientale. A rivelarlo è un’indagine di Sicilying, il tour
operator online specializzato sull’Isola e fatto da isolani. Secondo le statistiche fornite dal portale, a farla
da padrone nelle passioni dei turisti che scelgono di passare in Sicilia le loro vacanze è l’Etna, il vulcano
attivo più alto d’Europa che, con le sue eruzioni, promette una vacanza indimenticabile. Il panorama
mozzafiato – la cima innevata sul Mediterraneo – rende l’area etnea la più appetibile per i visitatori.
Ma non è solo il vulcano a influenzare la netta preferenza dei turisti per la Sicilia orientale. Il Taormina
Film Fest è una delle manifestazioni artistiche e culturali meglio pubblicizzate del territorio e garantisce
un ritorno di pubblico e di immagine per l’intera costa ionica. La quale beneficia tutto l’anno della
manifestazione che si svolge a giugno, a pochi passi da alcune delle più belle spiagge di Sicilia.
A sorpresa la terza area geografica che riscuote successo tra i turisti è il Torre di Vendicari a SiracusaRagusano, trainata dalle avventure del commissario Salvo Montalbano nella sua immaginaria Vigata. Scicli, Modica, Punta Secca e, in generale, tutta l’area della provincia sud-orientale traggono beneficio dalla trasmissione televisiva record d’ascolti che prende il nome dalla serie di romanzi di Andrea Camilleri. Le scene in cui Luca Zingaretti passa accanto ai capolavori del barocco sciclitano attirano l’attenzione di una vasta porzione dipubblico che sempre più spesso sceglie la Sicilia come meta delle sue vacanze.
Completano la squadra vincente delle attrazioni della Sicilia orientale: Siracusa, con lo splendido affaccio
sul mare dell’isola di Ortigia; e Noto, con il suo centro storico che l’Unesco ha definito ormai tredici anni
fa Patrimonio dell’Umanità.
A confermare che sono i nostri connazionali a innamorarsi delle bellezze della trinacria, le statistiche
relative ai visitatori del portale Sicilying: il 70 per cento di loro sono italiani. Ma sono anche quelli che
mantengono una sostanziale diffidenza nei confronti dell’acquisto online, poiché preferiscono – per il
momento – metodi di prenotazione più tradizionali. A guardare i dati di vendita, infatti, gli italiani
incidono per il 60 per cento, mentre il restante 40 per cento è garantito dai turisti stranieri.
Belvedere di ModicaEd è proprio quest’ultimo dato a non dover passare inosservato: la necessità di organizzare il proprio
viaggio in maniera indipendente, la differenza linguistica, l’impossibilità di recarsi in loco e il bisogno di
alleggerire il più possibile le operazioni da effettuare nel corso della vacanza spingono gli stranieri ad
affidarsi con sempre maggiore frequenza ai tour operator online. Programmare le attività da svolgere in
loco – visite guidate, escursioni, sport estremi – con largo anticipo si sta rivelando un plus fondamentale per il pubblico proveniente dall’estero.
I dati di vendita ribaltano inoltre un luogo comune piuttosto diffuso: non sono più i tedeschi i più
entusiasti turisti di Sicilia. Il maggior numero di acquisti online provenienti da fuori dai confini nazionali
viene effettuato da cittadini degli Stati Uniti d’America, seguiti a ruota da quelli che vengono dalla Gran
Bretagna, dalla Germania e, infine, dalla Russia.

Scrivi