SCALETTA ZANCLEA – Dopo due settimane di manutenzione straordinaria riapre il meraviglioso Castello Rufo Ruffo di Scaletta Zanclea e torna fruibile al pubblico proponendo la manifestazione “Natale al Castello”. L’evento si svolgerà nelle giornate del 26 e 30 dicembre e sarà incentrato all’insegna della cultura, della storia e dell’arte. Per l’occasione saranno previste visite guidate curate dallo staff del Castello che racconterà l’affascinante storia e le vicende del maniero ricco di miti e leggende ed accompagnerà i visitatori al Museo allestito all’interno del sito. Imponente struttura, mantenuta intatta nei secoli, il Castello Rufo Ruffo è considerato uno dei luoghi storicamente più importanti ed incantevoli del nostro territorio. E’ entrato di diritto nell’itinerario dei Castelli Federiciani in Sicilia, l’unico nella zona jonica messinese. Da aprile di quest’anno grazie al una nuova gestione promozionale curata dall’associazione Proposta Turistica 3.0, su mandato dall’Amministrazione Comunale di Scaletta, ha registrato un incremento esponenziale di visitatori provenienti da tutte le parti del mondo, collocandosi tra i siti più visitati in provincia di Messina e punta nel nuovo anno a proporsi al mercato globale ed alla rete dell’asse turistico jonico. Fu costruito sulla roccia da Federico II nel XII secolo, la sua struttura è quella di un “dongione”, dimora fortificata medievale ed elegante residenza signorile. In passato il Castello vide le gesta di personaggi affascinanti come la baldanzosa Macalda da Scaletta eroina dei Vespri in Sicilia, l’Imperatore Carlo V che vi soggiornò nel 1535 per dilettarsi nelle battute di caccia al cinghiale, passando da Matteo Selvaggio ai Pellegrino, quindi ai Saglimbene Marchese, infine ceduto nel 1672 alla famiglia Ruffo. La parte nord orientale del Castello è crollata nel 1908 durante il terremoto. Nel 1969 il principe Sigerio e la principessa Ludovica Ruffo, donarono il castello al comune di Scaletta. Il Museo contiene numerosi ed importanti documenti cartacei, medaglie, armi ed armature. Tutti gli oggetti provengono dal Museo Regionale di Messina e dall’associazione culturale “Amici del Museo” diretta dal Prof. Franz Riccobono.

Ormai noti gli 8 principali buoni motivi per visitare il Castello:

1) E’ stato inserito dalla Regione nell’itinerario dei 21 Castelli Federiciani più importanti in Sicilia.

2) E’ l’unico Castello Federiciano della zona jonica messinese.

3) E’ uno dei pochi castelli in Sicilia rimasti intatti come ai tempi.

4) All’interno è presente un Museo di armi, armature e documenti antichi unico in Sicilia.

5) Dal Castello è possibile ammirare panorami mozzafiato sullo Stretto di Messina e sul Mar Jonio.

6) E’ prevista un’accoglienza con uno staff professionale multilingue.

7) E’ sempre fruibile ed accessibile.

8) Rappresenta un virtuoso esempio di partnership tra pubblico e privato.

Prima giornata: 26 dicembre, ore 17. “Dal Presepe al Castello”.  (Visite guidate alla scoperta del Castello e dei suoi personaggi).

Seconda giornata: 30 dicembre, ore 11. “Facciamoci gli auguri…..al Castello”. (Incontro culturale aspettando il nuovo anno. Visite guidate).

Per info contattare il 347 9711320.

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/587529624769303/

 

Scrivi