di Emanuele Strano

Turismo ABBETNEARivalorizzare i beni architettonici di Catania, a partire dall’Anfiteatro Romano e villa Pacini, con soluzioni innovative ed economiche, in grado di dare risalto alla storia di Catania incentivando il turismo. È questo l’obiettivo del progetto “Catania: turismo,futuro e bellezza”, nato dalla collaborazione tra ABBETNEA Confcommercio e l’associazione Tuttiarchitetti.

Lo scopo è quello incrementare il flusso di turisti nella zona di piazza Stesicoro, dove è presente l’anfiteatro, e di rendere agevole il percorso dalla zona portuale a villa Pacini, fino all’ingresso nel centro storico attraverso l’imponente Porta Uzeda.

Anfiteatro Romano

Il progetto della scalinata: fronte

Siamo giunti alla conclusione che è possibile fare qualcosa per migliorare questa città con dei piccoli contributi, senza operazioni faraoniche – spiega orgoglioso il fondatore di Tuttiarchitetti, Vincenzo Giusti – per far tornare ad essere attrattivi luoghi storici di Catania, simboli di questa città“.

Anfiteatro Romano

Il progetto della scalinata: retro

La nostra attenzione è caduta sull’Anfiteatro Romano, a piazza Stesicoro, vanto della nostra città con il suo essere incastonato dentro il tessuto urbano. Lo spazio antistante i ruderi è però uno spazio pedonale inutilizzato, per cui abbiamo pensato di utilizzarlo scavando una elegante scalinata in pietra lavica, che permetta ai turisti di poter ammirare l’anfiteatro già dalla via Etnea“.

Vincenzo Giusti

Vincenzo Giusti

Continua Giusti: “La seconda parte del progetto riguarda la rivalorizzazione di villa Pacini e delle aree contigue, ultimamente lasciate al degrado e senza manutenzione, con scarso interesse nei confronti dei cittadini e dei turisti che attraversano zone storiche della nostra città. Innanzitutto abbiamo pensato a una ristrutturazione della villa, attualmente invasa da un eccesso di verde di scarsa qualità, mantenendo solamente gli alberi storici.

villa Pacini

Progetto di Villa Pacini

“Inoltre, seguendo un modello già realizzato in Portogallo, il nostro obiettivo innovativo è quello di realizzare una passerella aerea che permetta a cittadini e turisti di attraversare comodamente la zona che va dal Porto di Catania a piazza Duomo, evitando il traffico intenso, i parcheggi selvaggi e gli stretti marciapiedi. Vogliamo inoltre realizzare dentro la villa, sotto gli archi della Marina, un museo che racconti la storia di Catania distrutta e ricostruita più volte su sè stessa, dalla Catania romana a quella medievale, da quella Barocca fino all’attuale“.

Franz Cannizzo

Franz Cannizzo

Il nostro obiettivo – spiega Franz Cannizzo, presidente ABBETNEA – è quello di valorizzare dei siti che possano dare un importante contributo al turismo, in modo da far conoscere la bellezza di Catania. Se il progetto fosse approvato riusciremmo a renderlo operativo anche in due mesi, con fondi provenienti sia di privati sia dal settore pubblico“.

Ulteriori passi diretti verso la valorizzazione dei beni storici della città di Catania, dopo che nei giorni scorsi un privato ha provveduto alla manutenzione e ad un nuovo impianto di illuminazione per le Terme romane dell’Indirizzo, a piazza Currò, luogo storico e dal valore fortemente simbolico per la città di Catania, colpevolmente abbandonato dall’amministrazione catanese.

Foto: Emanuele Strano

A proposito dell'autore

Appassionato di sport, calcio, fantacalcio e di social media marketing. Coordinatore e caporedattore per Fantamagazine.com, collaboratore nel settore cronaca per SiciliaJournal. Si occupa di moda e stile per il portale Thegentleman.me

Post correlati

Scrivi