In commercio in Italia da neanche un mese, il top di gamma dell’azienda sudcoreana sbalordisce la concorrenza con caratteristiche innovative e sorprendenti.

di Alberto Molino

Nonostante le tasse, la crisi e la disoccupazione il mercato degli smartphone top di gamma continua a sfornare nuovi modelli. È il caso del Samsung Galaxy S5, disponile da questo mese e venduto, con le caratteristiche di base, al prezzo di 699 euro.

Sebbene i fan di questo dispositivo si aspettassero delle sostanziali modifiche nel design rispetto al Galaxy S4, la forma del device rimane pressoché immutata, così come il materiale plastico della scocca. La fotocamera principale passa da 14MP a 16MP con effetto HDR migliorato e continuo, autofocus veloce in grado di scattare una fotografia in 0,3 secondi e di registrare video in qualità Ultra HD, cioè 4K; interessante anche la “messa a fuoco selettiva” che permette di evidenziare un elemento, sfocando tutto ciò che vi sta intorno. La fotocamera anteriore, al contrario, è una classica 2MP che non soddisferà gli amanti del selfie.

Il punto forte del Galaxy S5 è lo schermo da 5,1 pollici in Full HD, si tratta di un Super AMOLED con risoluzione 1920×1080 dai colori estremamente vividi, a volte non apprezzati dagli utenti proprio perché poco realistici. La grafica dei menu è stata semplificata e resa più fruibile grazie alle ottime capacità di calcolo del processore quad core Snapdragon 801 a 2,5 GHz, uno dei più potenti in commercio e supportato da 2GB di RAM e 16GB di memoria interna, espandibile con scheda MicroSD fino a 128GB. Tra le novità più importanti la resistenza all’acqua (oltre 30 minuti immerso senza spegnersi) e alla polvere,  il sensore di impronte digitali utile per lo sblocco e il pagamento PayPal e il rilevatore di battiti cardiaci abbinato all’applicazione nativa S Healt 3.0 che permette di contare i passi attraverso un pedometro, gestire le proprie attività di fitness e stabilire una dieta personalizzata da seguire.

SM-G900F_charcoal BLACK_03Sul versante della connettività il Galaxy S5 non ha nulla in meno del suo predecessore e di altri rivali come l’iPhone 5S, infatti dispone di connessione Wi-Fi a doppia banda, NFC, Bluetooth 4.0 e reti 4G ovvero LTE fino 150Mbps. Gli altoparlanti per la musica e l’audio dei video restano dietro, purtroppo anche quest’anno è assente un’antenna integrata per ascoltare stazioni radio in FM. In confronto ad S4 la batteria è stata migliorata da 2600 a 2800 mAh; un risultato che con un utilizzo medio dello smartphone consente una durata di circa 8 ore, trascorse le quali la carica è d’obbligo. Il prodotto, dotato di porta Micro-USB 3.0 retrocompatibile, stranamente viene venduto con un cavo Micro-USB 2.0 che penalizza la velocità di trasmissione dati. A farsi perdonare, però, intervengono la garanzia italiana Exclusive di Samsung, nonché la copertura assicurativa di un anno contro eventuali danni accidentali al telefono e il servizio di ritiro e riconsegna a domicilio, più 6 mesi gratuiti per utilizzare l’applicazione musicale simile a Spotify, Deezer.

Alberto Molino

Scrivi