TAORMINA − Dà frutti concreti la sinergia fra Unpli Sicilia e Gal Peloritani; a trarne vantaggio sedici comuni del messinese per i quali è stata compiuta un’azione di comunicazione integrata volta a spingerne la fruizione, valorizzando il patrimonio storico, architettonico e culturale; riti e celebrazioni secolari; risorse naturalistiche, prodotti tipici ed enogastronomici.

Una mission sotto il marchio comune di ‘Typical Sicily’ che ha attivato vari strumenti di promozione. A partire dal portale internet tematico (www. leterredeipeloritani.it) già on line e che verrà ulteriormente implementato, proseguendo con la realizzazione di una video-guida per ciascun comune coinvolto. Quadro completato dalle guide turistiche che a breve saranno distribuite in tutte le Pro Loco della Sicilia ed da un’app (in fase di pubblicazione) sui market androis e ios.

I comuni interessati sono quelli di Castelmola, Condrò, Fiumedinisi, Furci Siculo, Gaggi, Itala, Letojanni, Nizza di Sicilia, Novara di Sicilia, Pace del Mela, Roccalumera, Rometta, Santa Lucia del Mela, Scaletta Zanclea, Spadafora e Villafranca Tirrena.  Gli interventi sono stati presentati ieri nella conferenza stampa tenuta presso Palazzo Duchi di Santo Stefano a Taormina.

“Typical Sicily rappresenta un’azione di sistema avviata con partner pubblici e privati che vuol migliorare l’offerta turistica impiegando strumenti al passo con i tempi” ha spiegato il presidente di Unpli Sicilia (Unione Nazionale delle Pro Loco) Antonino La Spina che ha poi proseguito entrando nel dettaglio “il portale internet tematico implementato con geolocalizzazione e collegamento diretto alle strutture ricettive è un esempio concreto”. Sintonizzato sulla stessa frequenza il presidente di Unpli Messina, Santi Gentile: “mettiamo a disposizione delle aree coinvolte nel progetto strumenti destinati a durare nel tempo. Allo stesso tempo abbiamo dotato le Pro Loco coinvolte di strumentazioni informatiche indispensabili per l’assolvimento della propria attività”.  L’azione di sistema è un percorso sposato anche dal Gal Peloritani. “Anche con Typical Sicily che si affianca ad una altra azione da noi avviata, ha affermato il presidente Giuseppe Lombardo, si promuove il territorio nel suo complesso ragionando, strategicamente, in un’ottica di rete”. Collaborazione ed interlocuzione che fra Unpli Sicilia e Parco fluviale dell’Alcantara “sono ormai consolidate nel tempo” ha, invece, sottolineato il presidente del Parco, Giuseppe Morano “ogni strumento che si può mettere in campo, ha continuato, è utile per incentivare la fruizione dei nostri territori, a partire dal Parco, che tanto hanno da offrire. In tal senso le Pro Loco hanno dimostrato di saper svolgere un ruolo assai importante”.

Alla conferenza, coordinata da Filippo Grasso, esperto del turismo della città di Messina, sono intervenuti anche Saverio Palato assessore al turismo di Furci Siculo e il presidente della fondazione Mazzullo, Alfio Auteri. ‘Typical Sicili, le terre dei Peloritani’ è un progetto coordinato da Unpli Sicilia, attuato da Unpli Messina e finanziato dal Gal Peloritani con i fondi stanziati sull’asse Psr 2007-2013, misura 313, dall’assessorato regionale all’Agricoltura.

Scrivi