CATANIA – Cambio alla guida della Ugl di Catania, Giovanni Musumeci subentra a Carmelo Mazzeo. E’ questo il responso del Congresso straordinario fortemente voluto dallo stesso storico leader dell’Unione territoriale del lavoro catanese, che ha deciso di passare la mano alla classe dirigente giovane che ha caratterizzato l’impegno del sindacato negli ultimi anni. Schermata 2016-04-09 alle 20.30.13
Il neo segretario Musumeci, 50 anni, è impiegato regionale presso la motorizzazione civile di Catania e della categoria dei dipendenti regionali è stato responsabile per la Ugl. Consigliere comunale ad Aci Castello, arriva al vertice del sindacato dopo una lunga militanza che negli ultimi anni gli ha fatto guadagnare anche il ruolo di vice segretario generale. Al congresso, presieduto dal presidente di Iper – Ugl e già segretario generale Stefano Cetica, sono intervenuti il segretario generale Ugl Francesco Paolo Capone, il segretario confederale con delega per il mezzogiorno Giovanni Condorelli ed il segretario regionale Giuseppe Messina. Presenti anche i segretari nazionali delle federazioni “Sanità” Daniela Ballico, “Autonomie locali” Michela Toussan e “Trasporto pubblico locale e mobilità” Fabio Milloch.
Nel corso dei lavori sono intervenuti il sindaco di Catania Enzo Bianco, il sottosegretario alle politiche agricole, alimentari e forestali Giuseppe Castiglione, il vice presidente della Commissione lavoro della Camera dei Deputati Renata Polverini, già segretario generale dell’Ugl, il parlamentare europeo Salvo Pogliese, i deputati regionali Nino D’Asero, Gino Ioppolo e Marco Falcone, i segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil, rispettivamente Giacomo Rota, Rosaria Rotolo e Fortunato Parisi, il sindaco di Aci Castello Filippo Drago, il direttore della Direzione territoriale del lavoro di Catania Domenico Amich, il direttore di Confesercenti Catania Salvo Politino, l’amministratore delegato della Sac Catania Gaetano Mancini ed il direttore generale di Acoset Fabio Fatuzzo.
Schermata 2016-04-09 alle 20.31.02Nella sua relazione conclusiva Mazzeo ha ripercorso gli oltre quarantacinque anni di presenza attiva nel sindacato, non mancando però di soffermarsi nel confronto tra la Catania di ieri e di oggi, ricordando uno dei valori fondanti della Ugl come la partecipazione dei lavoratori nella gestione delle imprese. Il segretario territoriale uscente, nel suo applaudito intervento, ha voluto anche ricordare Nino Parisi, che lo ha preceduto nel ruolo, e ringraziare tutti coloro che gli sono stati vicino in questo periodo trascorso a capo dell’organizzazione sindacale etnea.
La continuità, invece, è stata il fulcro principale del primo intervento da segretario di Giovanni Musumeci che, ringraziando i delegati per la fiducia accordatagli, ha ricordato valori come il gioco di squadra ed il rispetto importanti per far crescere l’Unione territoriale del lavoro, rendendola ancor più radicata nel territorio etneo. Particolarmente emozionante, infine, è stato il momento in cui è stato tributato l’omaggio alla lunga carriera sindacale di Mazzeo, con la consegna di riconoscimenti da parte delle federazioni territoriali catanesi, della federazione Metalmeccanici che lo ha visto per anni alla guida, del gruppo giovani Ugl Catania e dell’Unione regionale del lavoro. Con l’elezione del nuovo segretario è stata anche votata la lista del Consiglio provinciale che è composto da Bernardo Cammarata, Bartolomeo Curia, Carmelo Catalano, Antonino Cosentino, Cosimo Fichera, Giusy Fiumanò, Santo Gangemi, Vito Gennaro, Carmelo Giuffrida, Aurelio Guglielmino, Raffaele Lanteri, Maurizio Maccarrone, Angelo Mazzeo, Claudio Mudanò, Paola Parisi, Giuseppe Massimiliano Saeli, Giovanni Scannella, Carmelo Urzì, Giuseppe Viglianesi, Giovanni Vitale, nonché Carmelo Mazzeo e Antonino Parisi ad honorem. Revisori dei conti titolari Corrado Di Vincenzo Antonino Neri, Maurizio Vitello, supplenti Pietro Paolo Todaro e Maurizio Stella. Subito dopo il congresso si è tenuta la prima riunione del Consiglio che ha approvato l’applicazione dell’ordine del giorno precedentemente votato dall’assemblea congressuale, che prevede l’istituzione dell’ufficio studi e la nomina di Carmelo Mazzeo a capo di questa nuova struttura, ed ha eletto Giusy Fiumanò quale nuovo vice segretario generale.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi