Prima candelina per Sicilia journal. E’ stato un anno inteso, difficile ed esaltante, un’avventura nel mondo dell’on line che abbiamo affrontato con entusiasmo, coraggio, passione e un pizzico d’incoscienza. Un anno di informazione “senza se e senza ma”, (del quale il “Caso Cara di Mineo”,  seguito con largo anticipo, è solo un esempio) come vuole il nostro editore Nino Ferro, che ci ha fatto conoscere e, credo, apprezzare da un numero sempre più vasto di lettori, come ci confermano le statistiche.

La politica regionale, la cronaca, soprattutto sull’asse Catania-Palermo, i tantissimi eventi culturali e di spettacolo che la nostra regione offre, nonostante la situazione di grande difficoltà che tutti stiamo vivendo, sono gli argomenti che trattiamo con maggiore attenzione. E, non dimentichiamo, lo spazio dei blogger, curato dal professore Francesco Coniglione: un laboratorio di idee, riflessioni e provocazioni che ci differenzia da tutte le altre testate on line siciliane.

Superata la fase di start up, come si dice adesso, stiamo allargando la nostra attenzione anche alle altre province, senza per questo trascurare la realtà, vasta e variegata, dell’area metropolitana nella quale siamo nati e stiamo crescendo, Catania.

In questa occasione, mi fa piacere ringraziare tutti i collaboratori, alcuni aspiranti giornalisti, altri già collaudati colleghi, compagni di mille esperienze, che contribuiscono ad un prodotto d’informazione che interessa e piace sempre più. “Grazie”, affettuoso, al nostro editore, che ci sta dando l’opportunità di cimentarci in una nuova avventura, in piena autonomia, in quel mondo, che è anche la mia vita, del giornalismo. E, naturalmente, un “grazie” ancora più sentito ai nostri lettori che ci seguono con attenzione e simpatia.

Daniele Lo Porto

A proposito dell'autore

La porta sempre aperta Una costante di Daniele Lo Porto. la sua porta è sempre aperta, in tutti i sensi. Ha tempo e voglia per ascoltare chiunque abbia qualcosa da raccontare, anche se è sommerso di lavoro. Ha iniziato il 26 novembre del 1978, giorno del suo diciannovesimo compleanno, ma era anche la sua prima domenica, indimenticabile, da "giornalista" e del suo primo articolo, anzi dei suoi primi articoli. Una domenica iniziata all'alba e finita di sera, dopo aver corso da un campo all'altro, essere sceso da un autobus per poi risalire su un altro, per scrivere tre partite di calcio giovanile. Il più bel compleanno di sempre, quello: concretizzava una passione scaturita fin da bambino che, col tempo, sarebbe diventata professione. Il Diario, Il Giornale del Sud, Il Giornale di Sicilia, Sicilia imprenditoriale, Telecolor, l'Ufficio stampa della Provincia regionale di Catania, Il Corriere della sera, Sicilia&Donna, oggi Siciliajournal.it. Ricomincia, con l'entusiasmo di allora.

Post correlati

Scrivi