di Umberto Pioletti

Una lezione di medicina. Ma non solo. Anche di vita e di umanità. Nell’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli Studi di Catania, organizzato dall’Ersu catanese, si è tenuto il convegno scientifico con relatore il professore Joseph Gonnella MD Distinguished Professor of Medicine Center for Research in Medical Education & Health Care Dean Emeritas Jefferson Medical College – Philadelphia.
In un’Aula Magna gremita di studenti, docenti ed autorità, ha aperto il dibattito il professore Alessandro Cappellani, presidente dell’Ersu di Catania. “Sono onorato di ospitare il professore Gonnella – afferma Cappellani -. Ringrazio il Magnifico Rettore, tutti i docenti e gli studenti che sono presenti a questo importante incontro. Il prof. Gonnella, italiano di origine, è un modello da seguire per tutti noi”. Subito dopo ha preso la parola il rettore Giacomo Pignataro, che ha sottolineato i grandi meriti del professore Gonnella nel campo della medicina. “Non possiamo che essere orgogliosi di avere a Catania e nella nostra Università il prof. Joseph Gonnella – dichiara il Rettore -. Ha fatto analisi davvero importanti per la scienza e la formazione medica. Il suo intervento a Catania è fondamentale per i nostri studenti e per coloro che formano i medici del futuro. Lo invito a tornare presto a trovarci. Da lui si può solo apprendere”.
Tra un battuta e l’altra sulle sue origini italiane (è nato in Basilicata), il professore Gonnella ha ricevuto la medaglia dell’Ateneo dal Rettore e poi ha dato vita ad una interessante lezione sulla medicina e sul ruolo del medico, precisando che “gli studenti per imparare bene la professione dovrebbero vivere a stretto contatto con i malati negli ospedali e fare quindi più pratica”.
“Il ruolo del medico oggi è cambiato – ha aggiunto Gonnella -. Tre sono i punti basilari per chi svolge questa professione: conoscenza, abilità e qualità personali. Il dottore è un clinico, un educatore del paziente ed anche un economista perché deve capire come si utilizzano al meglio le risorse finanziarie”. Al dibattito sono intervenuti anche il professore Francesco Basile, presidente della Scuola di Medicina di Catania, Remo Bonichi dell’Agenas, Pieremilio Vasta, presidente della Conferenza dei Comitati Consultivi delle Aziende Sanitarie Regione Sicilia e Massimo Buscema, presidente dell’Ordine dei Medici di Catania.

U.P

Scrivi