Da quest’anno l’Università di Catania introduce il libero accesso in un numero cospicuo dei suoi corsi di laurea, tra questi anche corsi tradizionalmente molto richiesti come Giurisprudenza e Ingegneria.
In tal modo l’Ateneo si allinea al sistema universitario nazionale, sul modello di altri grandi Atenei italiani (Bologna, Padova, Milano, ecc.), mantenendo il numero programmato soltanto per quei corsi regolati dal Ministero e dalle disposizioni di legge.

Questa ed altre importanti novità sull’offerta didattica 2015-16 dell’Ateneo catanese saranno illustrate in anteprima dal rettore Giacomo Pignataro, nel corso di una conferenza stampa che si terrà venerdì 8 maggio alle 10,30, nell’aula magna del Palazzo centrale dell’Università, alla quale parteciperanno anche i rappresentanti degli studenti.
Il rettore presenterà inoltre un’azione straordinaria di sostegno alle matricole, per la quale sono stati stanziati ben 840 mila euro, e annuncerà l’avvio del programma di iniziative artistiche e culturali “Studia con noi”, aperto agli studenti e alle loro famiglie.

 

 

 

 

Scrivi