Di NuovoA seguito delle elezioni che si sono tenute nella mattinata di oggi per il rinnovo della direzione del Dipartimento di Scienze della Formazione è risultato eletto il prof. Santo Di Nuovo, che ha superato di misura la sua concorrente prof.ssa Mela Urso con 25 voti contro 23 su 48 votanti (e 49 aventi diritto). La carica di direttore di dipartimento è nell’università di Catania assurta a nuova importanza in considerazione del fatto che non esistono più le Facoltà con i relativi presidi, e che i Dipartimenti – benché depotenziati dal punto di vista della autonomia amministrativa a seguito delle riforme attuate nel corso del rettorato del prof. Recca – assommano in sé sia la funzione di governo della ricerca scientifica sia quello di organizzazione della didattica. Tuttavia pare che stiano giungendo a realizzazione le riforme statutarie promosse dall’attuale rettore prof. Giacono Pignataro, che in tal senso si era impegnato in campagna elettorale, con le quali verrà restituita ai dipartimenti nuova autonomia e dotazione di personale tecnico.amministrativo, sì da rendere più efficienti e sensibili alle esigenze di studenti e docenti l’organizzazione e la conduzione delle attività cui i dipartimenti sono chiamati.

Il prof. Santo Di Nuovo – stimato e apprezzato studioso di psicologia – ha già occupato in passato la carica di Preside della Facoltà di Scienze della Formzione ed è attualmente Presidente del corso di laurea in Psicologia, carica dalla quale dovrà dimettersi a seguito della nuova responsabilità a cui è chiamato; è anche Presidente dell’Accademia di Belle Arti. La sua elezione è avvenuta in un clima di contrapposizione, con un dipartimento spaccato tra coloro che hanno appoggiato il prof. Di Nuovo e chi ha invece sostenuto la prof.ssa Urso, docente di storia medievale assai vicina alla ex preside della Facoltà (sino alla sua abolizione) prof.ssa Febronia Elia, attualmente componente del Consiglio di Amministrazione dell’ateneo catanese. Tale elezione può essere letta come un altro passo verso quel rinnovamento rispetto al precedente rettorato iniziato con l’elezione dell’attuale rettore, in un clima di netta discontinuità con la precedente amministrazione; in questa luce la sconfitta della prof.ssa Urso e la vittoria del prof. Di Nuovo sono un altro punto a favore di tale rinnovamento, considerato che la prof.ssa Elia (che ha sostenuto la candidatura della prof.ssa Urso) è stata in passato (ed è tuttora) uno dei più coerenti e tenaci sostenitori di quanto fatto dal precedente rettore prof. Toni Recca.

Il prof. Di Nuovo ha tuttavia sottolineato, in un breve discorso subito dopo l’avvenuta elezione, la sua volontà di dirigere il dipartimento sfuggendo alle logiche di contrapposizione e di divisione e quindi ristabilendo un clima di fattiva e serena collaborazione.

Scrivi