di Agnese Maugeri

CATANIA- Grande successo per la manifestazione Ursino Buskers, con una presenza di pubblico durante i tre giorni di ben 20.000 persone.

10659248_1481134938838061_4416876745193602643_nIl presidente dell’Associazione Gammazita Manola Micalizzi, felicissima ha dichiarato «c’era una gran folla soprattutto nella giornata di sabato, ma anche la domenica mattina, con tante famiglie e bambini».

Micalizzi ha inolte ringraziato il Comune di Catania per la collaborazione con la chiusura al traffico dell’area attorno a piazza Federico di Svevia, l’apertura del Castello anche in orari serali, la concessione delle sale e del fossato per lo svolgimento dei laboratori e per gli spettacoli e spazi per le esibizioni di giocolieri e teatro di strada.

Il Sindaco di Catania Enzo Bianco che sin da subito si è mostrato propenso sposando la manifestazione con entusiasmo, a conclusione della stessa ha sottolineato l’importanza di Ursino Buskers che con la sua ventata di energia e vitalità ha risvegliato i Catanesi. «Ho subito sposato l’idea di questo Festival proprio per questo spirito che restituiva la piazza ai cittadini. Adesso quel che mi auguro è che questa manifestazione possa mettere radici e diventare un appuntamento stabile nella nostra città. Intanto voglio ringraziare il Corpo della Polizia urbana per il gran lavoro svolto in tutta la città nel weekend».10363091_1479489782335910_1244589764969261177_n

La manifestazione Ursino Buskers, insieme al comune di Catania, durante la serata di sabato ha aderito, alla Giornata europea del Patrimonio e dei Beni culturali lasciando aperti i propri musei e facendo pagare un biglietto simbolico di un euro.

L’Assessore alla Bellezze e al Sapere condiviso Orazio Licandro ha spiegato che si sono registrati più di 3.000 ingressi al Castello Ursino solo nella giornata di sabato e altri mille alle Terme Achilliane, Licandro ha aggiunto «il Sindaco ci ha dato mandato di raccogliere l’indicazione della gente per chiudere una volta al mese piazza Federico di Svevia per attività culturali e di spettacolo da costruire con Gammazita».

10552494_1480623348889220_2451636563754984062_nL’associazione Gammazita ha operato con più di cinquanta collaboratori e volontari guidati da Daniela Cavallaro ideatrice del festival, che ha creato il progetto di Ursino Buskers proprio dai laboratori di giocoleria che Gammazita organizza ormai da tempo per i giovani del quartiere. Manola Micalizzi ha concluso con dei ringraziamenti speciali «alcuni ragazzi dei nostri laboratori si sono esibiti accanto a buskers di livello internazionale e per noi vedere questo è stata una gioia, vogliamo ringraziarli tutti e dividere con loro il grandissimo riscontro che abbiamo avuto. La gente, poi, ci ha ringraziato per questa nuova vitalità di una piazza Federico di Svevia che, chiusa al traffico, è riuscita a dare il meglio di sé. E poi tutti sono stati carini con noi: Arci, Lomax, Mangiacarte e gli artisti del Circo degli orrori, che ci hanno regalato un’esibizione. Insomma, tutti contenti, anche perché i cappelli, ossia gli incassi dei buskers, sono andati bene».

Agnese Maugeri

Scrivi