SIRACUSA – Gran finale per i venticinque equipaggi che hanno partecipato alla prima edizione dell’Ortigia Sailing Cup, organizzata dal Club Nautico Ortigia, con il patrocinio dell’Area Marina Protetta del Plemmirio e del Comune di Siracusa.

La partenza della regata, che intende diventare una classica del Mediterraneo, è coincisa con l’avvio delle celebrazioni per i duemilasettecentocinquant’anni dalla Fondazione della città di Siracusa. La durata media della navigazione è stata di circa 27 ore. Stamattina la premiazione al Foro Italico, che per tre giorni è stato il cuore della manifestazione. A consegnare i premi, insieme alla coordinatrice del progetto Ortigia Sailing Cup, Concetta Carbone, il comandante della Capitaneria di Porto di Siracusa, Giuseppe Sciarrone, l’assessore allo Sport del Comune, Francesco Italia, il presidente Uvai (Unione Vela D’Altura italiana), Francesco Siculiana, il presidente dell’Area Marina Protetta del Plemmirio, Sebastiano Romano, il presidente del Circolo Velico Ortigia, Michele Gallo. Primo classificato Over All Classe ORC, ‘A Sciarrina della Lega Navale di Siracusa: skipper Andrea Attanasio, con Ivan Scimonelli, Luca Branciamore, Alessio Formisano, Marco Presti, Lorenzo Armini e Umberto Genovese che si aggiudica il Trofeo Challenge perpetuo “Ortigia Sailing Cup” ed ancora, un giubbotto tecnico per ogni membro dell’equipaggio. Il primo scafo a tagliare il traguardo è stato Dreamer Tech, di Carmelo Massimo Savoca, del Club nautico Nic di Catania che si è aggiudicato il Trofeo Challenge Perpetuo “Plemmirio”, assegnato al primo classificato in tempo reale, insieme a un weekend – con incluso trattamento benessere per 4 persone – presso “Ortea Palace Luxury Hotel” di Siracusa. Dell’equipaggio fanno parte, insieme all’armatore, Dario Terminello (che ha ritirato il premio), Lucio Di Mauro, Giovanni Toscano, Domenico Dell’Aria, Fabio Filoramo, Sergio Petrina, Ivano Malfitano, Antonio Pipitone, Sergio Pizzo e Vincenzo Marino. Al primo classificato Classe Gran Crociera, il trofeo, un pannello fotovoltaico offerto da Onda Energia; un completo tecnico per ogni membro dell’equipaggio. Questi i premi assegnati alla formazione di Kika, dell’armatore Francesco Fulci della Lega Navale di Milazzo.

Secondo classificato Over All, l’equipaggio di Ottovolante del Circolo Velico Ribellino. I siracusani vincono una Coppa e un giubbotto tecnico per ogni membro dell’equipaggio formato dallo skipper Fabio Santoro, Dario D’Asaro, Maurizio Mancuso, Carlo Carpinteri, Moreno Baldini, Fabio Di Raimondo, Angelica Gimondo, Alberto Caffo e Maurizio Bosco.

L’equipaggio di Kika – formato dall’armatore Francesco Fulci, Francesco Badessa, Tullio Campanella, Giuseppe Di Maio, Santi D’Angelo e Antonio Gangemi – si aggiudica anche il terzo posto della classifica Over All. Per loro, insieme alla coppa, un accessorio firmato – come tutti gli altri capi d’abbigliamento in premio – Helly Hansen, il marchio scandinavo di abbigliamento tecnico per la vela.

Il Trofeo Challenge perpetuo “Ortigia Sailing Cup”, assegnato all’equipaggio vincitore della Over All Classe ORC , ‘A Sciarrina, è la scultura “RUAH” dell’artista Gregorio Sgarra, composta da tre vele in acciaio specchianti, poggiate su una base di rovere scuro. E’ stato realizzato in argento, da due artiste siracusane, Stefania e Marilena Midolo, il Trofeo Challenge Perpetuo “Plemmirio”, assegnato al primo classificato in tempo reale, Dreamer Tech.

 


-- SCARICA IL PDF DI: Vela, 'A Sciarrina vince la prima edizione dell'Ortigia Sailing Cup --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata