Concerto del Coro di voci bianche  diretto da Salvatore Punturo

Inizia oggi, giovedì 17 luglio, alle ore 19:30, l’appuntamento con ‘Estate del Teatro Massimo 2014 nel foyer dell’edificio monumentale di piazza Verdi: protagonista il Coro di voci bianche del Massimo diretto da Salvatore Punturo, impegnato in un programma con pagine di Eric Whitacre, Bruno Coulais, György Orbán, Gwyn Arch e la “Little Jazz Mass” di Bob Chilcott, fortemente impregnate di ritmi jazz e spirituals, adatti a mettere in luce le doti autenticamente virtuosistiche di questa compagine. Completano l’organico Giuseppe Ricotta (pianoforte), Christian Ciaccio (contrabbasso) e Santo Campanella (batteria).

Il Coro di voci bianche del Teatro Massimo ha un organico composto da circa 70 bambini e ragazzi dagli 8 ai 15 anni. Diretto da Salvatore Punturo dal 2003, il Coro di voci bianche è impegnato sia nelle produzioni operistiche istituzionali che in concerti di repertorio specifico, riscuotendo sempre grande successo di pubblico e di critica.

Salvatore Punturo  nato a Palermo e diplomato presso il Conservatorio della sua città, ha svolto un’intensa attività concertistica come pianista e in ensemble da camera. Dal 1998 al 2002 ha insegnato pianoforte prima al Conservatorio di Musica di Horta, poi di Madeira. Attualmente è Altro maestro del Coro al Teatro Massimo dove, dal 2003, dirige il Coro di voci bianche; ha insegnato Lettura della partitura al Conservatorio di Palermo.

Il programma dell’Estate del Massimo prosegue sabato 19 luglio (ore 21:15) presso il Cortile Abatelli dello Steri con il secondo concerto realizzato in collaborazione con l’Università di Palermo nell’ambito di UniverCittà 2014. Sul podio Roberto Polastri, che presenterà musiche di Kodaly e Mendelssohn.

 

 

Scrivi