CATANIA – Nella mattinata di ieri, le unità operative delle volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, coadiuvate dal personale del Reparto Prevenzione Crimine, da pattuglie della Squadra Cinofila e Squadra a Cavallo e dal personale del Nucleo Artificieri, del locale Gabinetto di Polizia Scientifica, della Polizia Provinciale e della Polizia Locale, ha effettuato, su specifiche direttive del Questore Marcello Cardona, un servizio di controllo integrato del territorio nel popolare quartiere Librino, ed esattamente presso lo stabile ubicato in Viale Moncada civico 12.

Sul posto gli agenti hanno cinturato la zona ed effettuato il controllo di numerosi garage, di diverse abitazioni e di tutte le persone presenti: a seguito dei controlli predisposti, sono state accertate diverse violazioni di natura penale e sono stati deferiti i responsabili, in stato di libertà, all’Autorità Giudiziaria competente e rilevate numerose contestazioni amministrative.

In particolare, è stata eseguita una perquisizione presso un’abitazione dove gli agenti, con il prezioso ausilio di un cane specializzato antidroga, hanno trovato due buste in plastica contenenti rispettivamente 67 involucri in carta stagnola contenenti dell’hashish per un peso complessivo di gr. 69 lordi, e 45 involucri contenenti della marijuana per un perso complessivo di gr. 38 lordi. Gli operatori hanno rintracciato poco dopo il proprietario dell’abitazione, Gianluca Caruso (classe ‘87), dichiarato in stato d’arresto e, su disposizione dell’A.G. di turno, condotto presso la propria abitazione ai domiciliari in attesa della convalida della pena.

Poco dopo, gli operatori hanno udito numerosi cani ringhiare all’interno di alcuni garage: all’interno di un box vi erano nove cani, tutti in pessimo stato di salute ed in condizioni igenico-sanitarie precarie. Le unità presenti, pertanto, hanno richiesto l’ausilio del servizio veterinario dell’ASP per verificare lo stato di salute degli animali e, di conseguenza, hanno deferito all’A.G. i tre proprietari per il reato di maltrattamento di animali.

I cani sono stati sequestrati ed affidati in giudiziale custodia ad un canile. Inoltre, all’esterno dell’ingresso condominiale, gli operatori hanno trovato ìuno spazio recintato con all’interno un cane in stato di abbandono ed in pessime condizioni igenico-sanitarie, verosimilmente utilizzato per combattimenti.

Ed ancora, occultata sotto una tettoia, è stato rinvenuto un Revolver privo di matricola, mentre all’interno di uno scantinato è stata trovata una notevole quantità di rame con le rispettive guaine e lavatrici. Infine, all’interno di altro garage, è stato rinvenuto del materiale esplosivo e pirotecnico illegale e sette bombe carta, recuperate dal personale Artificieri che ha provveduto a denunciare all’A.G. il proprietario del garage.

Scrivi