CATANIA – Agenti della Polizia di Stato hanno arrestato, ieri , M.A. (classe 1970), per maltrattamenti in famiglia, resistenza, lesioni e minacce a Pubblico Ufficiale. Lo stesso annovera precedenti per maltrattamenti in famiglia e atti persecutori.
Nella tarda serata di ieri è stata segnalata la presenza di una donna in strada che chiedeva aiuto perché era stata picchiata, nei pressi di via Caduti del lavoro.
Giunto l’equipaggio immediatamente sul luogo segnalato, la donna, trovata scalza, in pigiama ed in visibile stato di shock e fortemente impaurita, riferiva agli operatori di esser stata minacciata di morte ed aggredita con violenza dal proprio convivente. Pertanto gli agenti, dopo essersi accertati sulle condizioni di salute della donna, si sono adoperati per identificare il convivente, resosi poco prima responsabile della violenta aggressione fisica. Appena giunti all’ingresso dell’abitazione sono stati aggrediti fisicamente dall’uomo che si scagliava contro questi, sferrando violenti calci e pugni e proferendo numerose offese verbali.
Alla luce di quanto sopra, l’uomo è stato arrestato per i reati di maltrattamenti in famiglia, resistenza, lesioni e minacce a Pubblico Ufficiale, e su disposizione dell’A.G. di turno, associato presso le Camere di Sicurezza della locale Questura.

Scrivi