VITTORIA – Dopo la notizia che a tre giorni dal ballottaggio ha scosso la cittadina di Vittoria (in provincia di Ragusa)  nelle fondamenta per l’inchiesta della Procura di Catania che chiamerebbe direttamente in causa i due candidati a sindaco Giovanni Moscato e Francesco Aiello per il reato previsto dal 416 ter, ossia scambio elettorale politico-mafioso, il Codacons annuncia che si costituirà parte offesa nel procedimento penale le cui indagini sono condotte dal  sostituto procuratore Valentina Sincero e del procuratore aggiunto Amedeo Bertone.
Il Codacons, quindi, chiede al ministro dell’interno ed al prefetto di considerare la possibilità di sospendere le elezioni. Inoltre, visto il pericolo di infiltrazioni mafiose nell’amministrazione comunale della cittadina ragusana, il Codacons chiede la nomina urgente di un commissario prefettizio.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi