Una delegazione ricevuta dal viceprefetto Ester Libertini. A breve un tavolo di confronto per verificare i passaggi burocratici

VIZZINI – Una delegazione dei lavoratori dello Sprar (Il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) di Vizzini gestito dalla Coop il sorriso e Coop San Francesco  è stata ricevuta  dal viceprefetto Ester Libertini.
I lavoratori, accompagnati dalla responsabile del Dipartimento Pubblico impiego della Cgil di Catania, Rosaria Leonardi, e da Francesco D’Amico della Fp Cgil di Caltagirone, hanno protestato  davanti la Prefettura di Catania per il mancato pagamento di quattro mensilità, dal dicembre 2014 al marzo 2015. In verità, il loro caso accomuna un centinaio di lavoratori che si raccolgono sotto tutti gli Sprar del Calatino e, nonostante i tentativi di dialogo  con il Consorzio “Terre di accoglienza” che li comprende tutti e con il Consorzio “SolCalatino” che gestisce alcuni passaggi di pagamento, il problema rimane ancora irrisolto.
La Prefettura verificherà anche i  passaggi nel processo burocratico che vede coinvolto in misura maggior il Ministero dell’Interno.
“La vera novità – sottolineano Leonardi e D’Amico- potrebbe essere rappresentata  da un confronto con i Consorzi e le cooperative coinvolte, curato proprio dal prefetto di Catania. Il tavolo si terrà a breve. Sono in gioco gli stipendi di molti lavoratori e la Cgil monitorerà tutto l’iter di verifica sino alla risoluzione del problema.”

Scrivi