Consegnata la medaglia d’oro ai meriti sportivi alla professoressa Liliana Pizzo

La Nino Romano Milazzo è campione regionale Under 16 femminile. La formazione di Mauro Maccotta ha superato per 3-1 le padroni di casa della Pallavolo Sicilia Lavina in una partita giocata in uno Sporting Center di Sant’Agata Li Battiati tutto esaurito. La Nino Romano in semifinale aveva superato per 3-1 la Kasmanea Comiso di Concetta Marchischiana mentre la Pallavolo Sicilia Lavina si era imposta in tre set sulla Pallavolo Marsala di Luciano Tagnesi.

L’ingresso in campo è spettacolare. Cinquecento persone cantano l’inno di Mameli. In campo la Pallavolo Sicilia parte con il piede giusto (vantaggio 13-7; 22-19) ma in dirittura d’arrivo non riesce a portare a casa la vittoria del primo set (Nino Romano vince 25-23). Nel secondo, Clelia Torre trascina le compagne al successo. Nei successivi due set, le mamertine brillano in battuta e sono più compatte (in evidenza Siracusano e Ragonese, al centro). La Nino Romano chiude i conti e porta a casa la vittoria tra l’entusiasmo generale di genitori e amici, e la commozione delle ragazze.

Il protocollo finale è da pelle d’oca. Il primo momento è senz’altro il più emozionante. Il presidente della Fipav Sicilia Enzo Falzone, le sorelle Donatella e Tiziana Pizzo consegnano la medaglia d’oro per meriti sportivi alla signora della pallavolo siciliana, la professoressa Liliana Pizzo, un momento toccante che il pubblico ha accompagnato con un fragoroso applauso. “E’ stato un momento speciale – ricorda Enzo Falzone, presidente della Fipav Sicilia – inserito in una grande festa di sport come è stata questa finale giovanile, come sono tutte le finali giovanili in Sicilia. Siamo felici di avere onorato la signora della pallavolo siciliana con il riconoscimento più importante che assegniamo ormai da diversi anni”. Proprio la prof. Pizzo e e il selezionatore regionale femminile Giuseppe Macaluso hanno scelto i premi speciali: le ragazze della Nino Romano Milazzo Kristen Genovese (regista), Federica Lo Duca (ricettore) e Rita Ragonese (schiacciatrice), Clelia Torre, emozionatissima, riceve il riconoscimento come migliore giocatrice proprio dalla prof. Pizzo.

“Sono felice – ammette il tecnico mamertino Mauro Maccotta – perché la determinazione e il lavoro delle ragazze è stato ammirevole. Non eravamo la squadra favorita ma abbiamo messo a disposizione tutto quello che avevamo. Cuore, testa e tecnica. La dedica speciale a mio padre che è scomparso recentemente e ai genitori che ci hanno pazientemente sopportato in questa stagione”. I nomi delle campionesse che disputeranno la finale nazionale dal 4 all’8 giugno a Modena: Kristen Genovese, Manuela Abbriano, Federica Lo Duca, Giulia Natalini, Antonella Trepepi, Rita Ragonese, Michela Musicò, Giordana Siracusano, Antonella Mazza,  Ludovica Raymo, Monica De Luca,  Rebecca Foti, Federica Mangano. All. Mauro Maccotta. Vice all. Giovanni Russo-Giovanni Maccotta.

La Final Four ha avuto il riconoscimento del progetto Sport Modello di Vita, il patrocinio del comune di Sant’Agata Li Battiati e il supporto della Coldiretti Catania (rappresentato alla premiazione dal presidente Giovanni Pappalardo). Donatella e Tiziana Pizzo hanno curato la parte organizzativa: “Sono stati venti giorni intensi – confessano – ed emozionanti perché abbiamo lavorato duramente per allestire questo evento giovanile dalla logistica a tutti i servizi. Abbiamo vissuto un’esperienza speciale e nuova perché avevamo sempre visto la pallavolo dal campo come giocatrici. Peccato che non sia stata coronata dalla vittoria finale. Complimenti alla Nino Romano Milazzo”.

Scrivi