Al centro della discussione si parla di sicurezza, ambiente, urbanistica e cultura. Il Sindaco: “Un’esperienza stimolante”. Gli scout: “Siamo estremamente soddisfatti per quanto è stato fatto e per quanto è già in cantiere”

CATANIA – “Devo ringraziare gli scout dell’Agesci per questa esperienza stimolante”: Lo ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco al termine di quello che lui stesso ha definito “Un intenso pomeriggio: due ore di botta e risposta con cinquanta scout catanesi”.

L’incontro – sui temi della sicurezza, della raccolta dei rifiuti, della cultura e dell’urbanistica – si è svolto nella Sala giunta di Palazzo degli Elefanti. A coordinare gli scout sono stati Pietro Caruso e Sonia Lombardo, responsabili della Zona etnea “Liotru” dell’Agesci (Associazione guide e scout cattolici italiani), mentre per l’Amministrazione erano presenti anche l’assessore alla Scuola e allo Sport Valentina Scialfa, il Capo di Gabinetto del Sindaco, Massimo Rosso e il presidente della Consulta comunale giovanile Pierangelo Spadaro. “Si è trattato – ha detto il Sindaco – di un confronto serrato e assai utile per me e per l’Amministrazione. Uno sprone a fare di più e meglio”. L’incontro ha preso l’avvio dal confronto avviatolo scorso anno dagli scout con tutti i candidati a sindaco dopo un lavoro sul territorio in cui erano state sottolineate le criticità di Catania ed erano state fatte anche alcune proposte.

“Siamo estremamente soddisfatti – ha affermato Pietro Caruso – per come si è sviluppato il dibattito ma soprattutto per quanto è stato già fatto dall’Amministrazione eper quanto è già stato messo in cantiere. Con questo incontro si è rafforzato il clima di collaborazione con il Sindaco, gli assessori e la Consultagiovanile, della quale facciamo parte. Il nostro obiettivo è far crescere il senso civico dei nostri ragazzi per metterli al servizio del prossimo”.

Scrivi