PALERMO – In Sicilia oggi più che mai si sente la necessità di servizi informativi efficaci, capaci di migliorare la conoscenza dei diritti, dei doveri e delle opportunità rivolte ai cittadini di Paesi terzi regolarmente soggiornanti nel territorio insulare, in un’ottica di scambio e rispetto reciproco con la popolazione locale.

Durante il convegno di apertura del Progetto “La Compagnia dei diritti. Rights for Everyone” nella Sala delle Carrozze di Villa Niscemi a Palermo presenti all’evento: Agnese Ciulla assessore alla Cittadinanza sociale del Comune di Palermo, Fiorentino Trojano assessore all’Armonia sociale e al welfare del Comune di Catania, Liddo Schiavo assessore alle Politiche sociali del Comune di Siracusa e Anna Aloisi, sindaco del Comune di Mineo.

Gli amministratori locali hanno dibattuto sulla necessità di attivare ambienti di informazione e accoglienza a supporto dell’offerta già esistente e realizzare un servizio capillare favorendo la conoscenza delle opportunità territoriali socio-assistenziali, formative, economico-finanziari e di inclusione sociale.

Il progetto si presenta come una vera e propria campagna di informazione e di sensibilizzazione sui temi dell’integrazione e dell’immigrazione, un viaggio lungo nove mesi che effettuerà 21 diverse tappe nelle provincie di Palermo, Catania, Siracusa, Ragusa, Messina e l’area Calatina. L’iniziativa finanziata a valere del Fondo Europeo per l’Integrazione di cittadini di Paesi terzi 2007-2013. Annualità 2013 azione 5 “Informazione, comunicazione e sensibilizzazione” ha come Ente capofila il Consorzio Sol.Co. Rete di Imprese Sociali Siciliane e come partner la Fondazione Èbbene e la cooperativa sociale Abitus.

La Compagnia dei diritti si pone come obiettivo – secondo le parole del presidente del Consorzio Sol.Co. Rete di Imprese Sociali Siciliane Francesco Passantino – di “implementare e rafforzare il dialogo tra il Terzo Settore e le Amministrazioni locali attraverso una linea comune che possa portare alla sigla di protocolli d’intesa a sostegno di una collaborazione che si protragga anche a Progetto concluso”.

«La cooperazione sociale che Sol.Co. rappresenta non solo il soggetto esecutore del servizio ma si candida a diventare il partner stabile degli enti locali coinvolti , tanto nella diffusione della cultura dell’incontro che nella costruzione di percorsi di buona integrazione» ha affermato Paolo Ragusa, Vice Presidente del Consorzio Sol.Co. – Rete di Imprese Sociali Siciliane.

Durante ogni tappa del tour informativo saranno attivati e organizzati parallelamente degli sportelli, attivi in 3 giorni settimanali per circa 6 ore al giorno, che erogheranno servizi di mediazione culturale, orientamento su casa, sanità, lavoro e scuola per l’integrazione sociale degli stranieri.

Inoltre, si svolgeranno incontri e seminari con i Comuni e le Associazioni straniere dei territori coinvolti per fornire consulenza in materia di immigrazione e mobilitare funzionari, esperti del settore, operatori scolastici, terzo settore e società civile verso un modello di società fondato sull’integrazione.

È possibile conoscere le tappe che percorrerà la “Compagnia dei diritti” e leggere le informazioni sul progetto visitando il sito www.compagniadeidiritti.it o www.rightsforeveryone.org – prossimamente online sia in versione italiana che inglese – all’interno del quale sarà possibile scaricare materiale informativo multilingue e usufruire del servizio di consulenza telematica attraverso un operatore che in tempo reale risponde alle informazioni richieste dagli utenti.

Conclude i lavori Anna Aloisi sindaco di una cittadina composta da 5000 abitanti che ospita ben 4000 migranti. Una testimonianza importante sulle politiche di integrazione sociale presente nel territorio. Inizia così il viaggio della Compagnia dei diritti, che vede la sua prima tappa proprio a Mineo il 12-13-14 novembre. Il convegno è stato occasione di confronto concreto tra Amministrazioni e realtà territoriali che si vuole rafforzare e implementare nel tempo

Scrivi