I giovani siciliani amano i talent show. E i talent show ricambiano. Un legame che di anno in anno si consolida e che sembra essere destinato a durare a lungo.

Per comprendere la portata del fenomeno basta pensare che lo scorso anno i tre principali talent show hanno visto trionfare altrettanti talenti siculi. Deborah Iurato ha conquistato la vittoria ad Amici, Suor Cristina, la giovane religiosa nata a Vittoria, ha vinto The Voice of Italy e il catanese Lorenzo Fragola ha sedotto pubblico e giudici a X Factor, approdando addirittura sul palco dell’Ariston durante lo scorso Festival.

Le edizioni 2015 sembrano confermare la tendenza. Se per la nuova stagione di X Factor è ancora presto, Amici e The Voice hanno già invaso il palinsesto televisivo portando sui nostri teleschermi centinaia e centinaia di giovani (e non) in cerca di successo. The Voice è ancora in piena fase blind audition, i team hanno da poco iniziato a formarsi ma la Sicilia ha già imposto il proprio ruolo da protagonista. Nessuno dei coach ha saputo resistere al fascino siculo. Ognuno dei quattro team ha un membro siciliano: Alessandra Salerno per Piero Pelù, Alexandre Vella per Noemi, Virginia Cristaldi per J-Ax e Clelia Granata per la squadra capitanata da padre e figlio Facchinetti.  Il numero dei talenti siculi in gara potrebbe addirittura aumentare considerando che le audizioni non sono ancora terminate.

Altro talent, stessa storia. I giovani siciliani hanno infatti conquistato anche la scuola di Amici. Il cantautore Luca Tudisca, nato a Sant’Agata di Militello, ha stregato la direttrice artistica Elisa che l’ha inserito nella sua squadra permettendogli di accedere alla fase finale del programma. Fase che è stata concessa anche al ballerino di Catania, Cristian Lo Presti, conteso tra Elisa ed Emma Marrone, altra direttrice artistica. Alla fine è stata quest’ultima ad avere la meglio. Cristian è uno tra gli allievi più amati non solo per il suo talento nella danza ma anche per la storia d’amore che ha appassionato centinaia di fan. Da qualche settimana è entrata a far parte del programma la sua fidanzata Virginia Tomarchio (anche lei catanese doc).

I tira e molla dei due ballerini hanno tenuto gli spettatori incollati al video in attesa di nuovi sviluppi. Se vi capitasse di accendere la televisione durante la messa in onda di Amici potrebbe dunque capitarvi di sentire i due ragazzi litigare in catanese stretto per poi far pace cinque minuti dopo. Una sorta di soap-opera alla siciliana, insomma. Grande protagonista del programma è anche il ballerino Michele Nocca di Ragusa che sta lottando contro tutti per riuscire a rimanere nella scuola.

La nostra isola non smette di sfornare talenti, per lo più giovanissimi. Simbolo dell’efficienza e dell’elevato livello di scuole di canto e danza, ma anche della tenacia e la testardaggine che caratterizza il temperamento siculo. Sicilia invasa dal talento e talent invasi dalla Sicilianità per una tendenza che speriamo continui negli anni. In attesa di conoscere i vincitori 2015 non ci resta altro da fare che sostenere i nostri conterranei.

Eleonora Fichera

Scrivi