E’ appena calato il sipario sull’annuale edizione del premio letterario “Brancati” e Zafferana Etnea si prepara a celebrare il pittore Giuseppe Sciuti, illustre concittadino annoverato dal mondo dell’arte tra i più grandi pittori dell’Ottocento italiano.

L’Amministrazione Comunale guidata da Alfio Russo ha adesso istituito un premio internazionale che darà la stura a mostre, convegni e cataloghi d’arte che documenteranno nel tempo il valore dell’artista e dell’uomo che seppe portare oltre i confini della nostra isola l’estro della sua creatività e la passione per il racconto della bellezza formale. Quella in programma sabato prossimo, 27 settembre 2014 alle 19,00 nella Sala Consiliare del Municipio di Zafferana Etnea, sarà la prima edizione del Premio Internazionale Sciuti realizzata anche grazie al generoso sostegno del Comitato Scientifico e dei concittadini proprietari di opere del Maestro. Insieme ad esse saranno  esposte le due opere di Sciuti di proprietà comunale, tra cui quella imponente che fa bella mostra di se su una parete della stanza del primo cittadino, in Municipio. Per questa prima edizione, il Comitato organizzatore (presieduto dalla vice presidente del Consiglio comunale zafferanese, dott.ssa Graziella Torrisi)e la Giuria presieduta dall’Assessore alla Cultura di Zafferana, Angela Di Bella e composta inoltre dal Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Siracusa, prof. Paolo Giansiracusa; dal Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Catania, prof. Virgilio Piccari; dal docente di tecniche dell’incisione all’Accademia di Belle Arti di Catania, prof. Nunzio Urzì; dalla storiografa dell’arte dott.ssa Alice Caponnetto e dal giornalista dott. Francesco La Rosa) hanno assegnato il prestigioso riconoscimento all’illustre pittore maltese Paul Camilleri Cauchi, artista di chiara fama del quale, anche nelle collezioni del territorio siciliano, sono conservate pregevoli opere.

Con l’istituzione del Premio Internazionale Giuseppe Sciuti –ha affermato raggiante il Sindaco, Alfio Russo–  miriamo anche a censire le opere dell’illustre pittore figlio di questa terra, conferendo alle stesse la certificazione di autenticità. Successivamente, un apposito catalogo documenterà storicamente il ricco patrimonio dei dipinti e dei disegni dello Sciuti in possesso dei cittadini zafferanesi e del circondario”.

Soddisfazione per l’evento è stata espressa anche dall’Assessore alla Cultura Angela Di Bella e dalla vice presidente del Civico Consesso, Graziella Torrisi che hanno profuso il massimo impegno per la perfetta riuscita della manifestazione.

 

Scrivi